Originaria della Tuscia, fra il Lazio e la Toscana, la famiglia Ranucci si occupa di ristorazione da un centinaio d’anni. Tutto inizia nel 1913 a Montefiascone, dove nasce l’Osteria Pozzocupo. A gestirla è Adalgisa, assai abile ai fornelli, con il cognato Giulio Ranucci, perfetto padrone di casa.

La tradizione culinaria della famiglia Ranucci si tramanda nel tempo, riproposta grazie ad un approfondito studio della cucina romana e accompagnata alla sapiente arte dell’accoglienza.

Un’arte del quale si è fatto sempre interprete David Ranucci, nipote di Giulio, che nel 1999 lascia Roma per andare ad aprire a Milano una piccola osteria, a due passi da Porta Romana (non a caso). Ed è proprio in onore a suo nonno che la chiama “Giulio Pane e Ojo”. Oggi, quella “piccola” osteria dispone di cinque sale, sempre affollate, ed è senza dubbio il ristorante di cucina romana più famoso di Milano.

Qualche anno dopo, nel 2006, a cinquanta metri dalla sua osteria, David apre “Casa Tua”, ristorante ricavato da un antico forno e dedicato alla cucina delle province toscane.

Nel 2010 è la volta di Abbottega, nome che racchiude la natura e la filosofia di questo locale, una sapiente unione di un ristorante con una bottega alimentare.

Seguono esperienze di ristorazione molto importanti, prima a Montecarlo, poi a New York, fino a Miami, dove a breve David aprirà un nuovo fantastico ristorante, ricavato da una casa coloniale.

Far conoscere la vera cucina romana nel mondo è per David una vera e propria missione. E non è un caso che sia ormai riconosciuto nel mondo come “l’Oste Romano” per eccellenza.

Il rispetto della tradizione e l’amore per le proprie origini è da sempre la filosofia di David, che ha saputo tramandare ai figli Claudia e Matteo e al nipote Marco.